NELL'AMBITO DELLA XI SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA NEL MONDO

 

  • Serate gastronomiche con l’Artusi

Mercoledì, 19 ottobre 2011, ore 19.00

Locanda 26, Steubenstraße 26, Heidelberg

Venerdì, 4 novembre 2011, ore 19.30


Location: L'Antica Posta, Neue Straße 9, Tubinga

 

Le serate gastronomiche con riferimenti all’opera dell’Artusi saranno organizzate in locali scelti per l’occasione. Le ricette saranno accompagnate da letture, musica e vini pregiati. Per ulteriori informazioni rivolgersi agli organizzatori. In collaborazione con le associazioni Volare e.V. di Heidelberg e Slow Food Convivium Tubinga/Neckar-Alb.

  • 2011/11/12: Corso di cucina presso: Familienbildungsstätte

Hechinger Straße 13, Tubinga

  • 2011/11/30: Odore di Chiuso

Biblioteca universitaria, Holzgartenstraße 16, Stoccarda.

Incontro con lo scrittore Marco Malvaldi. Introduzione della Dott.ssa Simonetta Puleio (Università di Stoccarda). In italiano.

Lo scrittore Marco Malvaldi present a “Odore di Chiuso”, il suo ultimo romanzo giallo. Ambientato nel XIX secolo, vede come protagonista il buongustaio letterato Pellegrino Artusi cimentarsi per la prima volta nel ruolo di detective.

Nell’ambito della XI Settimana della Linguia Italiana nel Mondo, in collaborazione con l’Istituto di Italianistica dell’Università di Stoccarda e l’Istituto Italiano di Cultura Stuttgart.

  • 2011/11/26: Una lingua per la cucina italiana

Istituto Italiano di Cultura, Kolbstraße 6, Stoccarda

Conferenza della Dott.ssa Bianca Barattelli (Università di Tubinga). In italiano.

Vissuto a Firenze, ma originario della Romagna, Pellegrino Artusi è considerato il fautore dell’unità d’Italia gastronomica: solo 30 anni dopo il fatidico 1860, pubblica l’opera “La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene” che riunisce in sé ricette provenienti da tutte le regioni italiane. Il ricettario si rivela ben presto un vero bestseller e contribuisce notevolmente allo sviluppo della lingua nazionale.

Con questa serie di manifestazioni, l’Associazione Emilia-Romagna in Stuttgart e gli altri enti partner desiderano rendere omaggio all’opera dell’Artusi e sottolineare il ruolo che essa rivestì nella costituzione della cultura unitaria italiana.